• Italian
    • English
    • German
    • Russian

Eccoti i risultati della ricerca

La cedolare secca come aderire

Inserito da Carlo Romano su 2 Dicembre 2014
| Blog
| 0

La cedolare secca è in vigore dal 2011 e si può richiedere per tutti gli immobili a destinazione abitativa, cioè in quei fabbricati che sono iscritti al catasto urbano nelle categorie che vanno da A/1 ad A/11 (esclusi gli immobili con categoria A/10, che sono gli uffici e gli  studi professionali), ed alle le relative pertinenze. Possono aderire alla cedolare secca soltanto i privati e quindi non può riguardare imprese, professionisti, società o altri enti.

La cedolare secca è un regime di tassazione sulle locazioni, scelto facoltativamente dal contribuente in sostituzione delle altre forme di prelievo fiscale sul reddito di quelle locazioni.

La cedolare secca prevede una tassazione agevolata con l’applicazione di due aliquote IRPEF:

In entrambi i casi l’imposta dovuta è calcolata sul 100% del canone annuale.
Si parla di tassazione agevolata in quanto l’aliquota applicata nella cedolare è inferiore a quella ordinariamente applicata, premesso che l’IRPEF ordinaria prevede una tassazione minima che parte dal 23% calcolata sul 95% del canone annuale percepito.

Attenzione per capire se aderire alla cedolare secca conviene o meno, bisogna valutare bene insieme ad un professionista con una consulenza diretta la propria specifica situazione fiscale.
Un altro vantaggio della cedolare secca è che sostituisce le addizionali regionali e comunali, e che prevede anche l’esenzione dall’imposta di registro e di bollo, avvantaggiando in tal modo anche l’inquilino che di solito contribuisce al 50% e traendone anche un vantaggio indiretto in termini di tempo e burocrazia in quanto non è necessario ricordarsi tutti gli anni di rinnovare il contratto ed in caso di un’eventuale disdetta non sono applicati i 67€ di imposta di registro per la chiusura anticipata del contratto.

L’opzione per il regime della cedolare secca può essere esercitata al momento della registrazione del contratto o nelle annualità successive.

Alla registrazione del contratto l’aderimento all’opzione deve essere specificato con il modello RLI utilizzato per la registrazione dell’atto stesso.

Per passare alla cedolare secca in un contratto registrato precedentemente in regime ordinario, bisogna invece entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità utilizzare il modello RLI compilando il quadro adempimenti successivi ed inviare una raccomandata all’inquilino con i seguenti dati correttamente compilati:

Oggetto: contratto di locazione – opzione per la “cedolare secca” ex art. 3 comma 11 D.Lgs. 23/2011.
In riferimento al contratto di locazione stipulato in data ____________ e registrato il ________ al numero ________dell’immobile sito nel comune di ________________ Via _________________, da Lei utilizzato per finalità abitative unitamente alle pertinenze individuate nel contratto, La informo che il sottoscritto ________________ intende esercitare l’opzione per la tassazione dei canoni di locazione con l’imposta sostitutiva di cui al decreto in oggetto.
Per effetto di tale opzione non si renderà più applicabile, limitatamente al periodo di validità
dell’opzione stessa:
– l’imposta di registro del 2% alla scadenza di ciascuna annualità del contratto stesso;
– l’aggiornamento annuale del canone sulla base delle variazioni dei coefficienti Istat, che pertanto resterà invariato nella misura di euro _________.

 

N.B. Il suesteso articolo prende spunto e si riconduce a pubblicazioni riconducibili a enti, professionisti e riviste qualificate pubblicate in internet come: http://www.tusciafisco.it/modulistica/2126-cedolare-secca-fac-simile-lettera-raccomandata.html, http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/registrare/registrazione+contratti+beni+immobili/cedolare+secca/

 

Se ti è stato utile questo articolo clicca sul tasto più, a te non costa nulla e invece per me il tuo apprezzamento è molto importante.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Ricerca Avanzata